Il futuro legale delle criptovalute in Brasile | IT.concellodemelon.org

Il futuro legale delle criptovalute in Brasile

Il futuro legale delle criptovalute in Brasile

Jonathan Darcie ha un dottorato di ricerca e master in Teoria generale del diritto e di diritto tributario, ed è partner di uno studio legale in Brasile con la consulenza continua per le imprese moneta digitale.

In questo parere pezzo CoinDesk, Darcie parla di regole criptovaluta proposte in Brasile, sostenendo che i tentativi di regolamentare il settore in questa fase sono premature e fuorviante.

Vivere in Brasile nel corso degli ultimi quattro anni è stata un'esperienza di guardare un reale e dal vivo - versione di TV "House of Cards" - e ancora più interessante, qualcuno direbbe.

L'inchiesta penale tuttora in corso, chiamato 'Operação Lava Jato' (Operation Car Wash) è diventato l'indagine penale più completa nella storia del Brasile, l'invio di molte decine di politici, amministratori delegati e dirigenti delle più importanti società brasiliane al carcere.

Allo stesso tempo, il paese è entrato in recessione più intensa della sua storia, che porta le imprese al fallimento, milioni di persone alla disoccupazione e la creazione di uno scenario di caos economico.

E 'all'interno di questa finestra di-prima-eventi mai visti (l'ultima delle quali un'intercettazione telefonica della effettiva presidente del Brasile) che la Camera dei Rappresentanti del Brasile sta facendo qualcosa di diverso senza precedenti - avviare un dibattito sulla regolazione Bitcoin e cryptocurrencies.

L'ambiente oggi

Durante la lettura della notizia che una commissione legislativa studierà e regolare cryptocurrencies, si potrebbe avere l'impressione che le startup locali avranno ora una libertà senza limiti per le transazioni e le imprese forma.

Purtroppo, questo non è nemmeno vicino alla realtà di qualsiasi attività commerciale in Brasile.

Come accade con le nazioni che hanno il loro sistema giuridico costruito sotto una tradizione di civil law, ogni innovazione che emerge unisce l'attuale status quo per diventare giuridicamente equivalente di altre tecnologie simili.

Già nel 2009, se qualcuno che vive secondo la legge brasiliana ha fatto il suo primo acquisto di transazione e la vendita di bitcoin con profitto, hanno dovuto pagare (o avrebbe dovuto pagare) l'imposta sul reddito in ordine di 15% dei suoi guadagni in conto capitale (a meno che l'importo totale coinvolti è stato inferiore a R $ 35.000 ($ 10.600) in un mese, quando un'esenzione fiscale applicabile).

Ciò significa che l'attuale situazione è la stessa per cryptocurrencies come lo è per le chitarre, libri o qualsiasi altra merce coinvolti nelle transazioni.

Bitcoin e altri cryptocurrencies non sono mai stati valute aventi corso legale secondo la legge brasiliana, anche se una legge federale ha emesso una definizione di moneta digitale dichiarandolo come una risorsa memorizzata in un dispositivo o sistema elettronico.

Poiché questa definizione non ha catturato la natura della cryptocurrencies in generale - che copre le chiavi private di crittografia al posto di 'moneta digitale' in sé - il loro status giuridico è dato dal brasiliano codice civile, che li definisce come attività regolari. Trattandosi di un bene mobile significa che le operazioni sono possibili senza alcun tipo di restrizione - fatta eccezione per il dovere di pagare le tasse e dichiarando la sua proprietà a IRS brasiliano.

L'impatto sul business

Per le imprese, i requisiti sono un po 'più complicato.

Non è facile avere un business in Brasile. Chiunque voglia di farlo ha bisogno di assumere un commercialista e un avvocato per preparare un contratto equivalente agli articoli di organizzazione negli Stati Uniti. In seguito, v'è la necessità di ottenere un ID contribuente emessi dai governi federali, statali e municipali.

Le piccole imprese hanno l'obbligo di fornire informazioni sul reddito mensile e annuale a fini fiscali (di norma a più di un ramo), comprese le informazioni sui dipendenti. Gli obblighi più del doppio per le imprese più grandi.

Lo stesso esatto processo si applica alle imprese moneta digitale. Non importa se stiamo parlando di uno scambio, portafoglio o servizi di pagamento: non c'è molto la libertà coinvolti.

Ma diversamente dalla maggior parte delle aziende, imprese criptovaluta correlati che trattano direttamente con ingenti somme di denaro, titoli, arte, gioielli o altri beni sono soggette a molto specifici obblighi in materia di politiche anti-riciclaggio e il rispetto in generale.

Questi obblighi e doveri sono state emanate nel 1998 attraverso una legge federale scritta più di 10 anni prima della prima transazione bitcoin è accaduto.

È quindi necessario che le imprese moneta digitale sono conformi alle rigorose politiche di conformità e mantenere i log delle operazioni effettuate entro il suo campo di funzionamento, attività considerate sospette al Consiglio federale che controlla le attività finanziarie di segnalazione.

Il dibattito congressuale

Considerando l'intento del Congresso di regolare specificamente cryptocurrencies, la maggior parte delle persone a questo punto potrebbe chiedere: "Che cosa è rimasto di essere regolato"

Congresso coinvolte nella commissione speciale ha dato dichiarazioni riguardanti gli aspetti fiscali e il rapporto delle valute digitali con attività criminali, anche se questo suggerisce che non hanno una forte familiarità con lo status giuridico attuale di cryptocurrencies.

E 'degno di nota quindi che i tempi del dibattito segue un sequestro di recente, in cui i criminali chiesto il riscatto da pagare con Monero e Z-cash. Solo poche settimane dopo, il ransomware WannaCry attackstruck organizzazioni internazionali, portando l'attenzione negativa a Bitcoin.

Può essere sembrata un'opportunità per il Congresso per presentare l'opinione pubblica con una (presumibilmente) buona agenda.

Presentato nel 2015, il disegno di legge discusso non aggiunge nulla al quadro giuridico moneta digitale.

Ci sono tre obiettivi nel disegno di legge:

  • Per prendere in considerazione i pagamenti digitali valuta di essere legalmente modalità di pagamento, che già sono a causa della sua definizione giuridica
  • Per dichiarare che la moneta digitale le imprese devono rispettare la legge federale della protezione dei consumatori, qualcosa che indiscutibilmente già devono
  • Affermare che le operazioni che coinvolgono le valute digitali sono soggetti alle norme antiriciclaggio, che già sono, come spiegato in precedenza.

Quindi, fintanto che il disegno di legge passa nella forma attuale, i proprietari e le imprese dovrebbero essere più che bene.

Data la tradizione di complicare le cose e il brasiliano crisi politica attuale, tuttavia, 'bene' potrebbe essere semplicemente troppo da chiedere.

Notizie correlate


Post Regolamento

Blockchain in Francia: un primer in un mercato emergente

Post Regolamento

Blockchain and Payments Infrastructure: il dilemma di un regolatore?

Post Regolamento

Malta si sta preparando al Greenlight Bitcoin Gambling

Post Regolamento

La Commissione Uniform Law ha dato agli Stati un chiaro percorso per avvicinarsi al Bitcoin

Post Regolamento

Scambio Bitcoin Kraken e Bitfinex Cut Services a New York

Post Regolamento

Il governo australiano delinea tre soluzioni per la doppia imposta sui bitcoin

Post Regolamento

Banca centrale namibiana: acquisti illegali di Bitcoin

Post Regolamento

Regolamento uniforme per le imprese di valuta virtuale: arrivare in uno stato vicino a te

Post Regolamento

Il panel canadese del Senato chiede il regolamento Bitcoin Light Touch

Post Regolamento

Accenture: il governo britannico dovrebbe regolamentare i portafogli Bitcoin

Post Regolamento

Regola una spada a doppio taglio per la compensazione e linsediamento di Blockchain

Post Regolamento

Il nuovo regolatore di R3 si rivolge a DLT per i test KYC